Descrizione Progetto

L’iPad (il mezzo che ho utilizzato per le riprese) è una “tavoletta” che non è un computer, ma un vero e proprio “ambiente” in cui ci si “intrattiene” con piacere, destinandovi una buona parte del nostro – prezioso – tempo libero, ma è anche strumento utile nella gestione del tempo “impegnato”, quindi con noi nell’arco dell’intera giornata.

I due piccoli obiettivi del dispositivo, uno frontale e uno sul retro, danno modo di riprendere con molta disinvoltura le due diverse facce della realtà di quell’attimo temporale: quella più consueta e visibile che sta di fronte ma anche quella alle spalle di chi fotografa.
Spesso non consideriamo quest’ultimo aspetto, tralasciando così una considerevole – e a volte importante – porzione di racconto nei nostri “appunti fotografici”.

Il fotografo stesso in fase di retro/ripresa compare